C’è chi si rivolge puntualmente all’estetista e chi prova la ceretta inguine fai da te tentando, in tutti i modi, di ottenere risultati perfetti provando meno dolore possibile durante lo strappo e scongiurando irritazioni, follicoliti, peli incarniti e cisti.

O in un modo o nell’altro, soprattutto d’estate, la ceretta all’inguine è la croce-delizia numero uno inevitabile, irrimandabile, essenziale per sentirsi sicuri in spiaggia ed in ogni momento della giornata.

I trucchi per ridurre il dolore al minimo ci sono e lo stesso vale per evitare i peli incarniti.

Vediamo come fare la ceretta inguine da sola o da solo (gli uomini sono invitati alla ceretta party).

Come fare la ceretta all’inguine

Per eseguire la ceretta inguine totale, completa, integrale o brasiliana, è fondamentale il rituale della preparazione della pelle da trattare: il giorno prima, bisogna esfoliare accuratamente con uno scrub delicato.

Accorciate i peli da eliminare con un rasoio o le forbicine, anestetizzate se volete con cubetti di ghiaccio od uno spray apposito, asciugate bene la pelle con del talco e procedete.

Strisce, prodotti naturali, ceretta a caldo o a freddo?

Decidete voi, così come il taglio da eseguire secondo i vostri gusti.

Iniziate col primo strappo agendo rapidamente e cercate per tutto il tempo di depilare su piccole zone per non strappare troppi peli in un colpo solo.

Prima e dopo la ceretta, è importante idratare bene la pelle con oli lenitivi e creme neutre, senza profumazioni ed alcol.

Operazione post-depilazione

Subito dopo aver fatto la ceretta inguine, applicate creme a base di aloe e calendula.

Per rallentare la ricrescita dei peli applicate, invece, creme ritardanti mentre, per evitare la formazione di peli incarniti, esfoliate delicatamente la zona inguine.

La ceretta totale inguine, come tutte le cerette che si rispettino, rimuove i peli in profondità e dura fino a 4 settimane dopodiché ricrescerà una peluria più sottile e morbida.

Un consiglio: evitate di depilarvi prima delle 2 settimane successive, dovrete farli ricrescere ad una lunghezza giusta (almeno mezzo centimetro) per strapparli nuovamente senza il rischio di incarnirli.

Ceretta inguine a caldo o a freddo?

Per la zona inguine è preferibile usare le strisce depilatorie a freddo anche se la tradizionale brasiliana si esegue con ceretta a caldo: si trovano in commercio strisce a freddo di varie dimensioni in un’unica confezione.

Sono facili da usare, basta riscaldarle con le mani, sfregandole leggermente per sciogliere la cera, e poi applicarle sulla zona da trattare tirando in senso inverso alla crescita del pelo con rapidità per ridurre il dolore al minimo.

Ceretta inguine uomo: come procedere

Tralasciando la questione se alle donne piace o no l’uomo depilato nelle parti intime, vediamo quali consigli dare riguardo alla ceretta inguine uomo.

Se in questa zona così delicata i peli sono folti e molto lunghi, è necessario accorciarli fino ad un massimo di 1 cm con il rasoio elettrico o con le forbicette.

E’ consigliabile eseguire uno scrub il giorno prima per eliminare impurità ed evitare l’insorgere di peli incarniti.

I meno esperti dovrebbero usare strisce già confezionate da scaldare tra le mani per ammorbidire la cera.

Applicate le strisce strappandole nel senso inverso alla crescita dei peli.

A ceretta conclusa, applicate crema antifollilcolite e indossate biancheria intima in cotone, nei giorni successivi, per evitare irritazioni.



Hai delle domanda o vuoi lasciare un tuo parere?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi